Associazione New Dreams

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

New Dreams - TEATRO E CULTURA CON "PICCOLI CRIMINI CONIUGALI" AL PICCOLO TEATRO LARTES DI AVERSA

E-mail Stampa PDF
Questo articolo è stato letto: 855 volte
di Donato Liotto - alt - “Piccoli crimini coniugali” di E.E. Schmitt. L’evento teatrale, si è tenuto il 26 maggio 2019 alle ore 19.00 presso “LARTES Piccolo teatro di Caligola” sito in via Giotto Aversa. La saletta del teatro normanno può contenere solo una cinquantina di persone, era ovviamente piena ed era la prima volta che mi recavo in questo luogo. Ottima organizzazione ed efficienza “la mano e la guida” del caro amico Rocco Di Santi, si è subito notata, tutti bravi e professionali nell’accoglienza. Ora, torniamo ai “piccoli crimini coniugali” bisogna attentamente approfondire in quanto, la dinamica di questo testo, non trova una ben precisa collocazione; comprendere se è una commedia o un thriller è difficile. Come avevo innanzi detto: bisogna leggerlo ma soprattutto, bisogna assistere poi anche all’adattamento teatrale, uno spettacolo magistralmente recitato dal bravissimo Giovanni Di Guida, aversano e “normanno doc,” e da Maria Paola Risa, romana “de Roma” la regia affidata alle sapienti mani di Cristina Aubry. La rappresentazione dei due attori è stata brillante e coinvolgente, erano solo loro due in scena e, magari alle prime “battute” si poteva ipotizzare e pensare ad un evento “noioso e pesante” ma, così non è stato, anzi, è stato l’esatto contrario! I dialoghi brillanti dei due protagonisti hanno coinvolto gli spettatori in un vortice di situazioni talvolta tanto alt paradossali da apparire tragiche e comiche, un crescendo di continue riflessioni ed emozioni, dove attraverso la storia dei due protagonisti “Lisa e Gilles” i quali, non ci apparivano più come una cosa astratta, loro due sono in scena e, noi con loro. Noi pubblico ad assistere, siamo diventati inconsapevolmente parte attiva di questa storia. La trama somiglia a tante storie di coppie comuni che, si amano ma, che negli anni rischiano di perdersi, il loro confrontarsi tra dialoghi accessi, e ferite aperte, diviene un ritrovarsi e di conseguenza è, anche il nostro “ritrovarsi,” scopriamo man mano che, la storia ci parla di grandi amori. Già, sono questi gli amori feriti, trascurati, amori presi in giro che però, sanno emergere e, dirompenti riaffiorano, e ciò avviene solo se poggiano su solide basi. Tanti anni di vita assieme, a volte, rischiano di divenire abitudini noiose, pericolose e nel caso scopriamo che, certi amori sono vivi più che mai. Sicuramente la bravura “mostruosa” dei due attori in scena al piccolo teatro “Lartes” ha da subito preso il sopravvento rendendo reale i dialoghi e le scene. Giovanni di Guida, per lui il teatro è da sempre stato un grande amore che, nasce nel lontano 1974 ufficiale dell’Aeronautica, ha vissuto per lungo tempo a Firenze, tanta gavetta e tanto impegno per la sua crescita artistica. Frequenta, infatti, la Scuola di Recitazione triennale presso il “Centro di Formazione Artistica Teatro Dafne” negli anni ha partecipato a tanti spettacoli tra cui: al fianco di Carlo Croccolo e Giuditta Saltarini “Il Medico dei Pazzi”. Tante collaborazioni che lo vedono anche regista: nel 2005 viene chiamato da Nando Sessa alt come aiuto regista per la ripresa dello spettacolo “Il padre della sposa” con Gianfranco D’Angelo e Sandra Milo. Nel 2017 segue un “Master Class” sotto la direzione del noto regista italiano Pupi Avati. Insomma, che dire: un vero animale da palcoscenico. Maria Paola RISA, proviene da una famiglia che, per tradizione ha un amore sviscerato per il teatro. Inizia sin da piccola con le favole di Walt Disney, per poi passare in età adolescenziale ad Oscar Wilde, inizia a seguire corsi di dizione e di recitazione, per poi iscriversi a vari laboratori. Ha recitato: Lisistrata, Nostra Dea, Hello Dolly, Circulus, passando da un genere all’altro. Anche lei, ha alle spalle anni di gavetta, formazione, corsi di recitazione atti a migliorarsi e ad essere ciò che oggi è: una grande attrice di teatro. “Gli Squinternati” è la compagnia con cui da più di quattro anni trascorre le serate di prove e di studio per i nuovi spettacoli. Lei ama dire “Chi è di scena questa sera?” Possiamo dire che, in scena ci sei tu Maria Paola, tu che ci metti cuore e non a caso lo diciamo, visto che nella vita sei medico cardiologo di un noto ospedale della capitale. Bravissimi tu e Di Guida. Chapeau!


 




ALTRE NOTIZIE NEW DREAMS


Realizzato da: Net Enjoy IT Service - 2010 - Mappa del sito