Associazione New Dreams

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

New Dreams: SI USA DIRE "QUANDO LA CARNE E'DEBOLE.."

E-mail Stampa PDF
Questo articolo è stato letto: 1742 volte
alt di Donato Liotto - Quando la carne è debole: nel fare una conversazione con una mia amica, abbiamo parlato dei vegetariani, e lei, a un certo punto mi dice - “Io sono nata vegetariana e, nessuno mi farà cambiare idea anche se, almeno per me, la carne è una continua tentazione” – Incuriosito, e per essere certo che, stavamo parlando della stessa cosa gli chiedo –“ Overo..e come mai?” E lei - “ Donà, mariteme fa o macellaio, e io lo aiuto in macelleria..mo è capito?!” Mai, come in questo caso, posso affermare che, la carne è debole. Pertanto gli ho detto –“ Cumpagna mia, siente a me, e fattela na bella bistecca, na sasicce, na custatelle e maiale..ma che te ne fotte, e falle felice a maritete.”- Sembra uno spot “pro-chianghieri” (macellai) . Mi ha sorriso, e al posto degli occhi, credetemi aveva dduie (due) capuzzielle e sasicce, secondo me..ci sta facendo un pensiero! Detto ciò, e dopo questo periodo di lunghe feste appena trascorso, dove le nostre “panze” hanno goduto e sono cresciute a dismisura, sarebbe d’uopo, impegnarsi in una rigorosa dieta. “Sarebbe d’uopo..?” ma chi ci crede? In questi giorni, abbiamo mangiato di tutto, e di più, l’unico pensiero era quello: Oggi a pranzo che se magna..e stasera che facimme? Sembra assurdo, eppure è la verità! Con il 2016, inizia il nuovo anno, e con esso, tutte le tante problematiche che, ci sono nella vita di ciascuno, ma nu poche a vote, e le affronteremo, con calma..molta calma..a vita è breve, e bisogna viverla attimo per attimo. Questa la filosofia di molti, è non sempre è applicabile, non sempre si riescono ad affrontare i problemi come vorremmo, ma noi, siamo popolo del sud, e tra le nostre molteplici qualità, c’è quella della “pacienza e del saper essere ottimisti”. Certamente, appena trascorsa l’epifania, ci sono alcune persone che, sembra ti stavano aspettando al varco, e il sette gennaio 2016, ti chiamano, e senza nemmeno chiedere come stai, o comme hai trascorso le feste, e soprattutto, va detto che non ti hanno manco fatto gli auguri, ebbene, loro, irrompono nella tua giornata appena iniziata e, penzene sule e fatti loro. “Amici cari,” e vi chiamiamo amici, pe nu dicere nata cosa: e facitaville (fatelo) nu periodo e vacanza, staccate un poco la spina, e soprattutto, facitece ripigliare la nostra quotidianità con serenità e tranquillità. La calma che andiamo a chiedere, potrebbe sembrare infinita ma, bastano un paio di giorni, e tutti, saremo travolti da una quotidianità che, seppur non ci piace dovrà in ogni caso essere affrontata. Diamo tempo al tempo, e il 2016, sarà un anno che passerà in un attimo, e sia noi, che voi, che campate senza gioie e affetti, vi ritroverete di nuovo a rompere le uova dal sette gennaio 2017. Certo, si campate accussì..tenimme qualche dubbio che ci arrivate! Ora, pensiamo a una cosa sola: Goderci la nostra vita e, viverla, nonostante e cacacazzi..tanto si sa, prima, o poi, pure loro dovranno adeguarsi e capire che nella vita esiste ben altro. Una morale illogica questa ma, per pochi, e su questo ho pochi dubbi! E questo, è l’augurio migliore che posso fare a chi è buono, e soprattutto a chi è cattivo convinto che, invece, è cosa normale per questi “ultimi” (pecchè so ultimi!!) considerare il prossimo solo quando gli serve! Buon 2016 e per dirla alla Star Wars: che la forza sia con voi!!!


 




ALTRE NOTIZIE NEW DREAMS


Realizzato da: Net Enjoy IT Service - 2010 - Mappa del sito