Associazione New Dreams

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

New Dreams - “IL MONDO E’ FATTO A SCALE MA, SENZA ASCENSORE SE MORE (muore) AMBRESSE!”

E-mail Stampa PDF
Questo articolo è stato letto: 2658 volte
alt di Donato Liotto - Potrebbero accadere tante cose in una giornata, cose anche divertenti che , a raccontarle, non ci si crede. Eppure, ci sono episodi talmente simpatici e divertenti che, non puoi fare a meno di condividere e rendere partecipi tutti, si sa sorridere fa bene a salute! Di seguito, vi parlerò di un episodio realmente accaduto e, che, sono certo, troverete di vostro gradimento nel leggerlo. Certo, ho esagerato un pochino ma, vi assicuro è tutto vero! Il titolo è: “IL MONDO E’ FATTO A SCALE MA, SENZA ASCENSORE SE MORE AMBRESSE!” – Al solito dovete solo usare un pochino di immaginazione e, visualizzare la scena: un palazzo altissimo di dieci piani, tu che ti rechi in questo luogo in quanto devi fare un sopralluogo ad un appartamento (sei agente immobiliare) ma ora, possiamo lasciarvi davanti a questo palazzo, la scena ora va da se. Noi dobbiamo salire sopra, però come dicevo, voi restate giù, sentirete e vedrete tutto. Giunto sul posto, la prima cosa da fare è citofonare -" Signò a che piano siete?" - Risposta -" Al sesto, però, l'ascensore e guasto. Salite piano..piano io vi aspetto sopra”- (mica e scema che scenne a fa!) Il gradasso risponde – “Non c'è problema signò..simme abituati a fare le scale"- (Ultime parole famose) Inizia la scalata..hem..salita, primo, secondo, terzo piano, li fai senza indugio, le scale a quattro alla volte.. uaneme…ma chi si Evangelista?! (campione di salto in lungo) Aspetta a cantare vittoria, la fatica inizia ad affiorare, al quarto piano , il ciato (l'affanno) appanna i vetri delle scale, è talmente caldo che, nella cassa scale ci puoi cucinare pietanze succulente cotte a vapore con il tuo ciato. Hai voluto fare il giovinotto salendo velocemente ma, hai dimenticato che tieni na certa età. Comunque jamme annanze! ( per modo di dire..) Quinto piano, cominciano le allucinazioni, davanti a te vedi, e va detto, nel caso specifico immagini di vedere : ascensori, montacarichi, muletti, insomma na cosa che riesca a portarti sopra con comodità ma, come dicasi innanzi, sono allucinazioni. Stai arrancando, ogni gradino rappresenta una montagna vera e propria, però lo vedi, e proprio li davanti a te, ancora pochi passi e sei giungiuto al sesto piano. Senti la voce della signora che ti incita, a vulisse verè, manche fosse a Madonna che ti fa un miracolo la senti che ti dice –“ Ancora poco, siete quasi arrivato, coraggio, non vi arrendete, tutto o condominio fa o tifo per voi.”- Sei arrivato, stremato, ma ci sei. Non ti reggi in piedi sei n'paravise questo è il sesto piano ma, è più corretto dire che, sei davanti alla porta dell’inferno, la signora la vedi ma, somiglia a Caronte, sule che sta senza il traghetto, visto che te le fatte appere! I tuoi occhi sono spiritati, pare che te fumate dieci canne, o nu pacchette e sigarette primme e affronta questa impresa, Mesner (famoso alpinista) a confronto a te è nu novellino! (non alt bisogna fumare..ma pure si nun fumi murive o stesso dopo questa scalata!) Ora non hai un briciolo di fiato, intanto, a signora, fresca e tosta, arrape a porte e, ti vede che sei piegato sulle ginocchia e dice - "Ma nun ve sentite bbuone?”- La guardi, vorresti risponderle ma non c’è la fai, lei aggiunge – “jamme trasite, vi do un bicchiere d'acqua." - Tu già stai pensando a quello che vuoi, ci vuole il rubinetto e desideri solo abbracciarlo e attaccarci il gargarozzo, lo agogni manche fosse Belen. La signora a questo punto esclama di nuovo - "Pe quatte scale state accussì distrutte? Io poco fa le ho finite e verite che stò na bellezza" - La vorresti mangiare viva ma, non c'è la fai, la bocca al momento serve per respirare, una cosa sola, una sola, e raccogliendo l’ultimo respiro riesci a dirla - "Signora, voi l'ultima volta che avete fatto la scala tenevate 50 anni quando siete salita, e ci avete messo 20 anni per arrivare al sesto piano e cheste è sicuro! Dato che, ho incrociato a uno che sta salendo le scale, e tene la vostra stessa età e, quando è partito a salire le scale, vuje stivene (stavate) nu piane annanze a isse! Difatti, mi aveva chiesto di voi, se eravate arrivata sana e salva? Signò...mò ho capito che intendeva.”- Alla prossima..sperando che sia un piano terra!


 




ALTRE NOTIZIE NEW DREAMS


Realizzato da: Net Enjoy IT Service - 2010 - Mappa del sito