Associazione New Dreams

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

New Dreams - Viaggio nelle tradizioni gastronomiche aversane: Peppe ò Russo.

E-mail Stampa PDF
Questo articolo è stato letto: 3756 volte
alt Pubblicato anche il 20 gennaio 2013 sul quindicinale di cultura varia NerosuBianco di Aversa e agro - Le migliori tradizioni del nostro territorio si esprimono principalmente attraverso l’arte culinaria, la cucina aversana per ‘palati fini’ e non solo. Siamo sempre alla ricerca di piatti e pietanze sofisticate, e tante volte maciniamo chilometri per trovare posti e luoghi dove poter appagare le nostre “voglie” culinarie. La nostra “aversanità” va detto , la esprimiamo bene e con grandi risultati anche fuori i confini regionali attraverso “posti e luoghi” presenti nelle nostra città e come esempio a tal proposito abbiamo voluto fare una “capatina” in un noto ristorante aversano, si chiama “Tenuta Cervo,” ma dai più, e conosciuto ed è famoso come “Peppe ò Russ”. Sono vari decenni che questo locale è presente nella nostra città prima attraverso il “capostipite” il papà dei Fratelli Igino e Giovanni Cervo attuali proprietari. Una eredità davvero “tosta” nel senso positivo lo diciamo dato che, davvero non era facile seguire le orme paterne per i due “fratelli Cervo”. Dunque le tradizioni culinarie aversane sono proseguite con successo e a tutt’oggi proseguono attraverso questi “baldanzosi giovanotti” i quali tengono ben alto il nome di “cotanto padre”. Quando entri in questo ristorante i “due Cervo” e l’intero staff, ti mettono subito l’allegria addosso. Da “Peppe ò Russ,” e ci piace chiamarlo così, in onore e alla memoria del fondatore, si possono assaggiare piatti e pietanze che, nulla hanno a che vedere con “l’alta cucina,” potrebbe sembrare offensivo questo ma, leggete e capirete che non è così! Parliamo della cucina “povera”, la vera tradizione alt della gastronomia aversana ‘piatti e pietanze’ che, comunque fanno la loro gran bella figura. ‘Alta cucina’, ci chiediamo cosa vuole significare? Se si assaggiano piatti della nostra tradizione e vale a dire: Pettele e fasule con le cotiche, ò scarpariello, carciofi arrostiti, patate al forno e all’insalata di pomodori, maccheroni all’arrabbiata, baccalà, melanzane sott’olio con peperoncino, e tutto questo utilizzando materie prime a partire dai pomodori in bottiglia rigorosamente fatti in casa come una volta, e poi, tutti i tipi di carne cucinate su una brace che sembr un leto ad una piazza e mezza. Appena entrate la noterete fare bella mostra di se in quanto, “sapientemente” collocata davanti alle sale del ristorante. Allora ci viene spontaneo risponderci e dire: ‘Alta cucina’ per “noi,” è soprattutto quella rappresentata dai piatti della nostra tradizione. Piatti cucinati con passione amore, proprio come tanti ma, tanti anni fa facevano i nostri nonni e le nostre mamme. Giovanni e Igino titolari di questo ristorante, hanno saputo ben integrare nel loro menù, tutte le prelibatezze della cucina “cosiddetta povera” arricchendola con poche specialità di mare. L’avventore, vale a dire il cliente ma, amiamo dire “l’amico”, quando entra nell’area del grande parcheggio adiacente al ristorante, inizia subito a respirare quel sapore che sa di “antico” soprattutto si inebria col profumo della grande brace. Devi solo entrare, sederti e non dire nulla..ci pensano loro! La tavola si arricchisce e si riempie in pochi minuti è “tutt ò b’bene e Dio!” Overe, nun saje addò a mettere a furchette, pertanto, pure a m’mane (mani) vanno bene pè magnà! Fare tanti chilometri e, magari beccare qualche fregatura, va ovviamente “messa in conto” ( e non dovrebbe mai essere cosi) noi, vi diciamo: non correte questo rischio andate sul sicuro. Da Pepp ò Russ, è come se foste a casa vostra, magnate, bevete e soprattutto..ci ritornerete! Nel “conto” troverete solo il prezzo giusto! A proposito, continueremo questo viaggio nei locali aversani..appena possibile..ve’ facimme sapè!!!


 




ALTRE NOTIZIE NEW DREAMS


Realizzato da: Net Enjoy IT Service - 2010 - Mappa del sito