Associazione New Dreams

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

26 luglio si festeggia S.Anna “la mamma di Maria” le parole di Don Michele Salato e di Donato Liotto

E-mail Stampa PDF
Questo articolo è stato letto: 3359 volte
alt Fonte C. S. New Dreams - La New Dreams di Donato Liotto ricorda questa importante ricorrenza: La festa di S.Anna è particolarmente sentita, il nome Anna, ha un profondo significato: portare al rispetto delle persone anziane, assisterle e sostenerle sempre. Tante donne portano con orgoglio questo nome, e ne sono fiere. Dare un minimo di risalto a questa importante ricorrenza per la New Dreams è doveroso. Alcuni cenni storici ci sono stati forniti da Don Michele Salato Rettore delle chiesa di S.Anna, ascoltiamolo –“La piccola e graziosissima Chiesa di S. Anna ubicata nel cuore della città normanna, sin dal 600 e questo, fino al 1980 era occupata dalle Monache Domenicane. Questo ha consentito di restituire l’apertura al culto e ai fedeli e all’intera cittadinanza sia la chiesa che l’antico monastero. Negli anni ottanta, la chiesa di S. Anna, dopo il terremoto, fu di nuovo riaperta, mentre solo per il giorno 26 luglio, in onore di S. Anna , si apriva la clausura e, i parenti delle monache potevano alt entrare e far visita alle loro “congiunte” oltre a consentire ai fedeli e, per l’intera giornata, di poter accedere alla parrocchia. Dall’anno duemila, è aperta tutti i giorni per “l’adorazione perpetua.”.- La tradizione di visitare S. Anna, richiama questo antico privilegio. Tradizione importante per la città ma, va detto, per l’ intero comprensorio. Anche Donato Liotto ha voluto lasciare il suo pensiero in merito –“ Tanti i fedeli che, accorrono alla chiesetta di S. Anna nel giorno 26 luglio ogni anno. Una tradizione rinnovata e sempre viva, soprattutto grazie all’impegno profuso da Don Michele Salato parroco di S. Audeno e “Rettore” della chiesa di S.Anna e dall’abnegazione di tutti i fedeli. Proprio in questo giorno, la Santa Messa alle ore 12,00 è officiata dal vescovo di Aversa Mons. Spinillo. Per noi aversani, quando ci diamo un appuntamento “in zona” usiamo spesso dire: Ci vediamo fuori S. Anna - ecco, io oggi, alt sono entrato in questa chiesa, stracolma di persone, di famiglie con bimbi al seguito, sono rimasto colpito dalla bellezza di questa piccola parrocchia e, dalle parole che, ho scambiato con Don Michele Salato, un parroco che, vorrei definire “no limits” pieno di iniziative ed energie coinvolgenti per tutti quelli che lo conoscono. Auguri a tutte le Anna del mondo”


 




ALTRE NOTIZIE NEW DREAMS


Realizzato da: Net Enjoy IT Service - 2010 - Mappa del sito